Negozi Golden Goose A Venezia

Negozi Golden Goose A VeneziaNo Comments

You Are Here:Negozi Golden Goose A Venezia

L’ho visto in dvd, con i sottotitoli in italiano. E’ il primo film di Lynch (1977),girato con quattro soldi e una montagna di genialità. Atmosfera allucinata che sembra la trasposizione acida delle fotografie di Diane Arbus,bianchi e neri potentissimi, in scena pochi personaggi uno più strampalato e demente dell’altro, il grandioso attore Jack Nance che fa domandare “ma perchè diavolo non ha fatto carriera?”, momenti horror da sognarseli di notte, pazzesca poesia nata dai rifiuti esistenziali di vite alla deriva, incubi schizzati fuori dall’inconscio di Lynch, una immensa metafora della paternità e della maternità e della loronegazione.

Barry è un giovane di bell’aspetto ma dalle origini modeste. Rifiutato dalla donna che ama, intraprende la carriera militare dopo un duello con l’avversario in amore. Stanco della vita militare, con un espediente entra nell’esercito prussiano, divenendo il beniamino del capitano Potzdorf.

Qualche volta per scrivere un articolo, per mantenere una promessa, per ispirare i più giovani, per combattere la depressione, per arricchirsi, per accumulare obiettivi, per alimentare il proprio sogno e realizzare quello degli altri si è disposti a tutto, anche a scalare l’Everest. Al confine tra Cina e Nepal, la vetta è la meta di un gruppo eterogeneo che ha deciso di affidarsi a Rob Hall e alla sua società, l’Adventure Consultants, per tentare l’impresa. Rob è sposato con Jan e in attesa di una figlia che sogna di cullare in fondo alla discesa.

In questi mesi invernali Alberto Salaorni e i suoi musicisti propongono uno show rinnovato, che sul palco ogni sera viene interpretato in modo sempre diverso, con l’immediatezza e l’onestà di una band che sul palco la scaletta la improvvisa sempre, per far emozionare il suo pubblico. Hanno un occhio attento alle novità musicali che, smontate e rimontate nel loro arrangiamento, si mixano (a volte ironicamente) con le radici di un repertorio internazionale ed italiano che spesso sorprende. La nuova formazione della band vede accanto ad Alberto Salaorni (voce e chitarra) e Davide Rossi (basso), Andrea Mai alle tastiere, Alberto De Grandis alla batteria, Irene de Pascalis alla voce, e Claudia Giuliani alle percussioni.

The Sun (2014)The country has become war weary and war averse. Times, Sunday Times (2013)The country gentlemen were growing weary of the war. French, David The British way in Warfare 1688 2000 (1990)The trio look more than a little weary. Times, Sunday Times (2010)You might like to add a slug of whisky or rum. Times, Sunday Times (2010)All under the umbrella of networking over a rum punch or three. Times, Sunday Times (2008)And then a rum thing took place on this site.

About the author:

Lascia un commento

Top